Storiche - Gea Monteroduni

Camminare per riscoprire e conservare i luoghi e le storie

Camminare per riscoprire
e conservare i luoghi e le storie
Vai ai contenuti

Menu principale:

Narrazioni

Storiche

INDRODUZIONE - LE FONTI DOCUMENTALI
LE FONTI DOCUMENTALI
Le fonti documentali riguardanti il territorio di Monteroduni.

*Nell'immagine il Catalogus Baronum.
LA VALLE PERDUTA
La Valle Perduta
La Valle Perduta. Note di topografia storica sui confini tra le Diocesi di Isernia e di Alife nel 985.
Di Michele Tuono
*Nell'immagine la Pergamena di Pandolfo I Capodiferro dell'anno 964 conservata nell'Archivio Vescovile di Isernia.
L’ESATTA UBICAZIONE DI MONTE GALLO
ad rotas, rotae o cluturno
L'errore presente sulla cartografia dell’I.G.M. circa l'ubicazione di Monte Gallo e di Monte Sparavecchia.
I MONASTERI BENEDETTINI
I monasteri di Monteroduni
Documentata narrazione tratta da "Memorie Storiche di Monteroduni" di don Antonio Mattei riguardante i monasteri benedettini una volta esistenti sul territorio comunale, con nuove ipotesi riguardo al Monastero di S. Benedetto e alla Cappella di S. Spirito.
MOSCA IN CERVELLO E LA BATTAGLIA DI MONTERODUNI DEL 1193
Mosca in cervello
L'episodio di Mosca in cervello riportato da G. V. Ciarlanti in "Memorie Historiche del Sannio" del 1644, e la narrazione che ne fa don Antonio Mattei in "Memorie Storiche di Monteroduni" attingendo anche alle notizie riportate dal cronista benedettino Riccardo di San Germano (1165-1244) ed a documenti conservati presso la Curia vescovile di isernia.
MASCIOTTA, SCHEDA DI MONTERODUNI
Masciotta, scheda di Monteroduni
Riportiamo la scheda riguardante Monteroduni contenuta nel poderoso studio “Il Molise dalle origini ai nostri giorni. Vol. III, Circondario di Isernia” di Giambattista  MASCIOTTA (Casacalenda 1864, Roma 1933), uno dei più importanti storici del Molise.
Essa contiene fondamentali notizie storiche, demografiche, feudali, ecclesiastiche, amministrative.
I FEUDATARI MONTERODUNI
I feudatari di Monteroduni
Scheda riassuntiva dei feudatari Monteroduni dal 1350 al 1503 tratta da Giambattista Masciotta, Il Molise dalle origini ai nostri giorni, vol. III, Il circondario di Isernia con integrazioni tratte da G. V. Ciarlanti, Memorie Historiche del Sannio.
MONTERODUNI CONTRIBUÌ ALLA COSTRUZIONE DEL MONASTERO DI SANTA CHIARA A NAPOLI
Santa Chiara a Napoli
Una curiosità storica, ma anche un piccolo motivo di orgoglio per i monterodunesi.
NEL 1441, ALFONSO D’ARAGONA IL MAGNANIMO SALVA DALL’ANNEGAMENTO NEL VOLTURNO IL SOLDATO BUTARDO
Alfonso D’Aragona
Un’altra curiosità storica. Un episodio narrato dal Ciarlanti, avvenuto nel 1441 sotto la terra di Monterodono, riguardante il grande re Alfonso D’Aragona.
MONTERODUNI FEUDO DEI D’AFFLITTO
Monteroduni Feudo Dei D’afflitto
Trascrizione del Cap. X di Memorie storiche di Monteroduni  di Don Antonio Mattei riguardante le successioni della famiglia D’Afflitto titolare del feudo di Monteroduni dal 1503 al 1668.
GLI STATUTI DELLA COMUNITÀ FEUDALE DI MONTERODUNI DEL 1550
Gli Statuti Della Comunità Feudale Di Monteroduni
Rilevante documento ritrovato da don Antonio Mattei (1909 - 1992) presso il Grande Archivio di Napoli (Atti della Commissione Feudale - Processi e sentenze - Vol. 309 Fol. 205 - Processo 1996) e trascritto in "Memorie Storiche di Monteroduni", anno 1994.
LA PANDETTA DEL PASSAGGIO DELLA LORDA
Le tariffe nella pandetta di Monteroduni
Articolo dell'arch. Franco Valente sulla tavola lapidea murata all'ingresso del Castello.
TAVOLARIO DI PIETRO APUZZO DEL 1668 – APPREZZO DEL FEUDO DI MONTERODUNI
Tavolario Di Pietro Apuzzo Del 1668
Importante documento che illustra la consistenza del feudo di Monteroduni all’atto dell’acquisto dello stesso feudo da parte della famiglia Pignatelli, contenente anche una interessante descrizione del centro abitato e del castello.
MONTERODUNI FEUDO DEI PIGNATELLI
Monteroduni Feudo Dei Pignatelli
Trascrizione del Cap. XII di Memorie storiche di Monteroduni  di Don Antonio Mattei riguardante le successioni della famiglia Pignatelli della Leonessa titolare del feudo di Monteroduni dal 1668 al 1806, cioè fino all’eversione della feudalità (Perdita del feudo da parte dei Pignatelli, che comunque conservano la proprietà del Castello e di notevoli estendimenti terrieri di origine burgensatica, cioè non feudale).  
EVERSIONE DELLA FEUDALITÀ (1806) - LA MONTAGNA EX-FEUDALE
Eversione Della Feudalità (1806) - La Montagna Ex-Feudale
Lite giudiziale insorta nel 1806 tra l’Università di Monteroduni e il principe Pignatelli per la divisione della ex-montagna feudale (composta da Monte Caruso, Monte Piano e Monte Gallo).
MONTAGNA FEUDALE 1^ MISURAZIONE
Montagna Feudale 1^ misurazione
Questa mappa della cosiddetta Montagna Feudale fu redatta il 14 novembre 1811 dal "sotto agrimensore" Feliciano Celli di Miranda su ordine dell'Intendente della Provincia di Campobasso Don Biase Zurlo.
MONTAGNA FEUDALE 2^ MISURAZIONE
Montagna Feudale 2^ misurazione
Pianta della Montagna Feudale misurata per la 2^ volta dal regio agrimensore Antonio Del Matto nel 1839 su incarico del Decurionato di Monteroduni e dietro approvazione dell’Intendente della Provincia, da produrre nella vertenza tra il comune di Monteroduni e il principe Pignatelli.
MONTAGNA FEUDALE 3^ MISURAZIONE
Montagna Feudale 3^ misurazione
Pianta della Montagna Feudale misurata per la 3^ volta nel 1853 dall’agrimensore Donato De Iorio a seguito di un sopralluogo dell’arch. Donato D’Alena, dopo che il comune di Monteroduni ottenne di ridiscutere l’assegnazione delle quote fatta con la sentenza della Commissione Feudale...
SCHEDA DEL CASTELLO DI MONTERODUNI
Scheda relativa al Castello di Monteroduni
Scheda relativa al Castello di Monteroduni tratta dallo studio analitico "Castelli e borghi murati della Contea di Molise (secoli X-XIV)" della Dott.ssa Gabriella Di Rocco, una delle più attente studiose del patrimonio castellano del Molise.
IL CASTELLO PIGNATELLI: EVOLUZIONE DELLA STRUTTURA ARCHITETTONICA
Evoluzione del castello
Interessante paragrafo riguardante l’evoluzione della struttura architettonica del castello Pignatelli, tratto dalla Relazione generale del Progetto per il restauro e riutilizzo dell’arch. Franco Valente, progettista e direttore dei lavori.
PIANTE DEL CASTELLO DI MONTERODUNI
Piante castello
Piante del Castello disegnate da Leonardo Biello per la redazione del Progetto per il restauro e riutilizzo del 1987.

Per gentile concessione del Autore, che ringraziamo.
PONTE 25 ARCHI - 1943-44
Ponte 25 archi - 1943-44
Bellissime foto del Ponte 25 archi fatto saltare in aria dai tedeschi in ritirata e ripristinato dagli alleati con un ponte Bailey (gennaio 1944).

Foto ritrovate da Danilo Incremona.

Gea Monteroduni

Gea Monteroduni - Largo Cicogna, 2 - 86075 Monteroduni (IS)  
© 2010 - 2017 Gea Monteroduni (Gruppo Escursionisti dell'Ariola)
Torna ai contenuti | Torna al menu